Vini del Collio

Vini del Collio

Fin dal Medioevo questa zona è rinomata per l’eccellenza dei suoi vini, che venivano serviti sulle tavole più illustri d’Europa, da Vienna a Mosca, da Londra al Vaticano. Oggi i vini del Collio sono apprezzati in tutto il mondo.

La zona Doc Isonzo prende il nome dal fiume più azzurro d’Italia, che nasce nelle Alpi Giulie e scorre impetuoso tra gole e anfratti. A Gorizia, rallenta la sua corsa, allargandosi a Gradisca e fecondando la fertile pianura isontina fino al mare di Grado. I romani lo chiamavano “Frigidus” e attorno alle sue rive le tracce della viticoltura sono millenarie. 
Innervata anche dallo Judrio, il Torre e il Versa, la Contea è terra di rossi di assoluta qualità e di bianchi straordinari, considerati tra i migliori del mondo.

Il Tocai (oggi rinominato Friulano), la deliziosa Ribolla, l’aromatica Malvasia, il dolce Verduzzo sono i bianchi autoctoni, deliziosi come aperitivo, ideali per accompagnare il pesce. Superbi anche i Pinot grigio e bianco, lo Chardonnay, il Sauvignon, vitigni d’origine transalpina che qui hanno trovato un habitat ideale.

Moltissime le cantine di produzione e i locali dove poter assaggiare un ottimo bicchiere. Conviene fare una capatina all’Enoteca di Cormons (via XXIV maggio) oppure all’Enoteca regionale Serenissima di Gradisca d’Isonzo. 
A Gorizia il rito del “tajut” viene tuttora celebrato in tante enoteche e osterie del centro storico.
 A Cormons la Vigna del Mondo, frutto di seicento vitigni provenienti da paesi stranieri, produce il delizioso Vino della Pace, inviato ogni anno ai Capi di Stato di tutto il mondo.

Uffici IAT
Via Ciotti 49 _ 34072 Gradisca d’Isonzo t +39 0481 960624
Via Matteotti 26 _ 34071 Cormons t +39 0481 639334
Infopoint Gorizia
Corso Italia, 9 _ 34170 Gorizia t +39 0481 535764